27 novembre 2010

MMM

Avere pazienza e saper aspettare è una mia virtù(!?), infatti è già un anno che sono curioso di sapere che roba è l'MMM, anche se in verità più che pazienza era procrastinare l'inevitabile, rimandare un giro che mi puzzava di fregatura e che nel mio intimo preferivo non fare. Non avevo pregiudizi, ci mancherebbe, non sia mai che parto con un idea preconcetta in testa, soprattutto in questo caso, ma se un HBB ti assicura che un percorso è motoso, ci puoi costruire una casa sulla sua affermazione tant'è vera. Quindi senza tanto sdilinquirmi in discorsi a bischero posso giurare su quello che volete, ed onestamente dico in tutta sincerità: l'MMM è un giro motoso, per davvero, l'ho fatto stamattina, e nemmeno tutto, grazie al cielo. Tuttavia sono contento perché Flash mi ha assicurato che è stato trovato anche in condizioni peggiori, ed ecco il mio limite, la fantasia. Io proprio non ce l'ho la fantasia per queste cose, perché io non me lo so immaginare peggio. Come sarà peggio? Mi viene da pensare, tipo mi sprofonda Stallo in una pozza e per salvarlo devo buttargli una corda e così ci cado pure io? Tipo si può tornare a casa più motosi di oggi che già sembravo una creatura mistico/fantastica creata dal fango? Oppure la terra ti sigilla al terreno e non potrai più venire via finché non ritornerà un estate torrida come nel 2003. Peggio vuol dire che oltre ad essere pieno di terra c'è qualcuno nel bosco che ti tira le pietre e ti fora le ruote? Fatemi capire! Peggio perché quando torni a casa lezzo come un maiale ti fanno saltare il pasto per punizione? A me sembrava già motoso così. Però, e c'è sempre un però in questi casi, mi sono tolto la soddisfazione di mettere alla prova il mio equilibrio sulla MTB in condizioni precarie e quasi ci casco, due volte; ho visto un bel cinghiale dal vivo, non in teglia, e mi è sembrato bellissimo. Infine sono tornato a casa e ho mangiato e ripensando all'MMM mi sono anche divertito. Adesso concludo e penso che la mota comunque rimane la mia kriptonite.

21 novembre 2010

Esalazioni ed esagerazioni.

Il meteo dice pioggia. E pioggia fu. Se il sabato è stata programmata un uscita non c'è niente e nessuno che che ci possa distogliere dai nostri intenti, figuriamoci se può essere l'acqua.

Ieri ho scritto questo post ma per fortuna prima di pubblicarlo ho atteso che gli effetti dell'alcol e dell'euforia fossero svaniti, diciamo che a mente lucida non si capiva cosa avevo scritto.
Provo un certo dispiacere a non poter trascrivere le sensazioni di ieri, intense ed estreme, contrastanti. Una giornata all'insegna dell'acqua che non poteva finire che sotto l'influsso dell'alcol. Abbiamo preso così tanta acqua addosso che al ristorante ci siamo ben guardanti dall'ordinarla.
Una risalita faticosa, forse l'unico che l'ha fatta agilmente è stato Barcollo, chissà cosa gli era preso, oppure cosa aveva preso. Gli HBB, è risaputo, tirano fuori il meglio di sé proprio dalle condizioni meteo più estreme. Ieri erano così estreme che c'è stato il vero abbandono, Rota e Fly hanno sbagliato strada e solitari hanno dovuto fare un percorso tutto nuovo ed ignoto fino a Santallago, sicuramente hanno goduto di una avventura in più rispetto a noi, il rischio dello smarrimento li avrà caricati ancor più.  Tromba e Roster non si sono persi ma sono stati lasciati indietro poiché faticavano a pedalare, ma nutro ancora il dubbio che fosse una scusa per fare le soste a mangiare i corbezzoli, ciccioni!! La cosa sintomatica è stato che, divisi  e dispersi che fossimo, ci siamo praticamente ritrovati tutti al ristorante per il pranzo, e poi ditemi che lo spirito enogastrosportivo non vi ha preso, vi ha preso eccome, tant'è che avete l'incubi a tinte arancioni.


La giornata di fatiche ci sembrava giustificasse un lauto pranzo e così è stato, pasta, grigliata e cinghiale in umido, birra poi vino e poi grappa. Tanta grappa, e trovare le Maxxis forate è stata la giustificazione per ordinare altra grappa. Grappa che mi ha dato sollievo dalla dolorante scoperta delle ruota forata. Salire il Faeta briai è facilissimo, come i discorsi a bischero mentre spingevamo le bici, ma scendere il Serra sbronzi è senza prezzo: il vero scapicolllo spericolato, giù a tutta birra(o tutta grappa) con gli schizzi di mota negli occhi e in bocca, sui sentieri bagnati e gli effetti dell'alcol che ci hanno rallentato la vista al punto tale che nel dubbio di andar piano si pedalava pure in discesa. Quelle due donne in mezzo al bosco, che ancora non ho capito cosa ci facessero, zoccole non erano di sicuro, oltre a sentirci urlare si saranno chieste se non fosse il caso di dotare anche la forestale dell'etilometro.

Se per fare delle uscite in MTB così deve piovere, allora speriamo che piova pure sabato.

11 novembre 2010

E Ridaglie!


Ci risiamo, ancora con queste proposte…
Eppure si diceva che d’inverno saremmo tornati ai nostri vecchi amati giri pedalati..
E invece a Finale Ligure si gira tutto l’anno senza problemi (a meno che non piova naturalmente) tanto che ho chiamato proprio adesso per avere informazioni e solo perché un gruppo si è ritirato c’è un buco per sabato 18 Dicembre altrimenti il primo sabato con disponibilità sarebbe stato ad anno nuovo!!! Quindi indovinate un po’? Ho già fissato.
O meglio devo dargli conferma in un paio di giorni (in pratica mi tocca chiamarli dalla Cina!)
E rieccomi alla richiesta di conferme, quelli sicuri al “solito” 110% per sabato 18 dicembre.
Penso che a questo giro partiremo tutti alle 5,00 del sabato mattina, ma non escludo di dare un’occhiatina a qualche alternativa per venerdì notte..
1.Taz
2.
3.
4.
5.
6.
.
.
.
Veloci veloci!!!

6 novembre 2010

Un bell'anniversario sul Montalbano!


Montalbano Anniversary Remix 6-11-2010 from samuele seli on Vimeo.


Note: L'inquadratura è finalmente a posto, gli attacchi della videcamera invece sono troppo lenti e l'immagine traballa di Brutto!

4 novembre 2010

Proposta modifiche calendario


Alla luce di aggiornamenti e necessità personali vorrei proporvi una modifica al calendario attività di Novembre-Dicembre.
La versione attuale prevede:
Sab 6 Nov - Giro in Zona (Montalbano)
Sab 13 Nov – Palazzuolo sul Senio, percorso Freeride
Sab 20 Nov - Giro in Zona
Sab 27 Nov - Doganaccia – “La Rivincita”
Sab 4 Dic – Giro in Zona
Sab 11 Dic – Giro in Zona
Sab 18 Dic – Giro In Zona
Sab 25 Dic – Digestione Natalizia
Allora Sabato sappiamo già che alcuni possono, altri no.
Per il sabato successivo, premesso che io non ci sono, sconsiglio vivamente Palazzuolo sul Senio, ci sono stato ieri a prendere una cosa meravigliosa che i pochi che verranno Sabato potranno ammirare… e, paesaggio a parte che descrivere come meraviglioso è dir poco, arrivarci è una vera e propria impresa. Infatti ci vogliono circa 2 ore da San Miniato ma soprattutto una volta usciti a Barberino, eccetto i primi 10km, ci aspettano altri 50km di un concatenarsi di curve strettissime e tornanti senza fine che hanno dato noia anche a me che guidavo!
E’ davvero una strada terribile e non credo valga la pena di farsi 2+2ore per quel giro.
Sotto vi propongo delle modifiche che tengono conto di quanto detto sopra e (ehm….) delle mie presenze! Naturalmente la mia assenza non deve vincolarvi nella scelta di escursioni spettacolari proprio quando non ci sono. (Spero solo vi perdiate in qualche bosco meraviglioso perché non c’è nessuno che vi dice la strada!)
Sab 6 Nov - Giro in Zona (Montalbano)
Sab 13 Nov – Quello che Volete (Io non ci sono: maledetti cinesi)
Sab 20 Nov - Doganaccia – “La Rivincita” Prima che inizi a nevicare io ci tornerei, magari studiamo un percorso nuovo, ci sono molte possibilità e poi “qualcuno” si deve rifare dell’ultima non felicissima esperienza…
Sab 27 Nov – Giro In Zona (Io non ci sono: sono a NY a comprare la GoPro HD, super up-grade x i video!)
Sab 4 Dic – Giro in Zona (Io non ci sono)
Sab 11 Dic – Potremmo prevedere una nuova uscita Freeride (magari a Finale Ligure o Diano Marina) questa però da organizzare con largo anticipo (tipo già da subito) http://www.finalefreeride.com/presentazione.html
Sab 18 Dic – Giro In Zona
Sab 25 Dic – Digestione Natalizia
Che ne pensate?