31 maggio 2012

La Tecnica secondo Stembi: verifiche.


Spesso per inerzia prendiamo la MTB e partiamo. Nessuna verifica, nessun controllo, nemmeno un chek up (lemma per i più “trendi”) prima di intraprendere il nostro bel giro in bici.

“Se la bicicletta andava bene l’ultima volta cosa vuoi che abbia adesso?”

Il guasto meccanico e la rottura di un pezzo sono sempre in agguato e nessuno vuole essere quello del gruppo che si ferma a dover aggiustare la bici mentre l’unica cosa che davvero era importante in quel momento era divertirsi spensierati.

In realtà ci sono da fare poche cose prima di partire per un giretto in mountain bike oppure prima d'imboccare un ripido pendio con la bici da freeride. Niente di arduo, tutte azioni semplici e veloci che dovrebbero diventare un rituale.

Suggerisco di farle la sera prima dell'uscita.


Controllo pressione gomme e gonfiaggio

Gomme: 1 minuto
Pressione e stato delle gomme si controllano velocemente, una tastata con le mani per verificare che non siano forate e che la pressione sia giusta e poi una sbirciatina veloce per vedere se presenta qualche danno sui fianchi o che i cerchi siano a posto.

Trasmissione: 2 minuti
Tirate su la gomma posteriore, agguantate un pedale e fate fare qualche giro. Un bell’esame visivo e poi un paio di cambiate. Se serve, una lubrificata e via.

Prodotti per lavaggio, sgrassaggio e lubrificazione MTB
Freni: 1 minuto.
Prima di uscire da casa basta fare 2 metri e tirare i freni, anche un biker di limitata competenza può capire se frenano oppure no. L’alternativa è scoprire se i freni sono ok alla prima discesa, proprio un attimo prima di picchiare in un albero, addirizzare una curva o finire in un fosso.

Serraggi: 3 minuti
Se non siete così sensibili da avvertire movimenti strani sulla bici col solo tocco della mano, in pochi ci riescono, comunque vi bastano un paio brugole e 3 minuti. I serraggi vengono tralasciati spesso eppure ci vuole poco, poi si scopre che la ruota è lente, che si è svitato un pedale o che una parte del carro posteriore ha preso a vivere in maniera indipendente (questo mi è successo davvero)

Manubrio: 1 minuto
Agguantate lo sterzo, pompate la forcella, giratelo un po’ in qua e la. Stem lente? Serie sterzo ciottolona. Ma si, è l'ora di rischiare una ghignata in terra, se va bene il tuo amico ti riprende e ti fa un bel video con la caduta rovinosa.

Meno di 10 minuti di controlli e siete tranquilli che almeno la vostra mountain bike non vi tradirà nell’imminente giornata di escursioni o discese.
Tutti i restanti possibili contrattempi possono dipendere solo da voi, oppure da Fortuna, per i filo-ellenici Tyche, dea bendata, molto bendata, quando deve favorire lieti accadimenti ma dotata di vista acuta quando elargisce disgrazie e sventure.

Tutti gli attrezzi che servono.

Dicevo di fare i controlli la sera prima, almeno avete tempo di correre ai ripari, anzi alle riparazioni, se qualcosa non va come dovrebbe.

6 commenti:

  1. ottimi consigli, se mi impegno ce la posso fare anche con la mia freeriditudine meccanica zero... cerco di scostarmi dallo zero ma è difficile!

    RispondiElimina
  2. Ma se sabato fossi disponibile, potrei convincere qualcuno a seguirmi alla scoperta della buca del lupo e sughera?

    http://www.youtube.com/watch?v=D_G_XmaeBCs&feature=related

    http://video.mtb-forum.it/videos/view/2047

    RispondiElimina
  3. BUCA DEL LUPO prima:
    1)Fly
    2)Roster
    3)Barcollo
    4)Fibra
    5)?!?
    6)?!?
    Rtrovo Pam ore (ve lo dico in serata )

    RispondiElimina
  4. http://vimeo.com/43066191

    RispondiElimina
  5. http://vimeo.com/17083752

    RispondiElimina
  6. E vai col gruppone!

    BUCA DEL LUPO prima:
    1)Fly
    2)Roster
    3)Barcollo
    4)Fibra
    5)Stembi
    6)JRosa
    Se qualcun'altro si volesse unire all'ultimo momento il ritrovo è alla Pam a Sminiato basso alle ore 8:50- 9

    RispondiElimina

Per contattarci lasciate un commento al post, usate il modulo dei contatti, la posta elettronica, Instagram, Twitter, Tumblr o Facebook.