22 giugno 2012

Les 2 Alpes...e il video.



Eccoci qua!
Vedo che siete impazienti di avere notizie sul week end alle 2 Alpes e allora vi accontento subito.
Comincio col dire che ci siete mancati tutti, specialmente Ste' che è stato costretto ad un'assenza forzata.
Ma soprattutto è mancato a Taz!
Mai quanto questa volta avrebbe avuto bisogno di lui!
Ma cominciamo dall'inizio. 
No no siamo già all'inizio: primo impianto, prima discesa, primi cento metri e traaaaah, la nuovissima e appena rinnovata gomma tubeless posteriore di Taz è a terra con un bel taglio sul fianco fatto senza lesinare.
Io, che di Ste' facevo le veci, tiro subito fuori la mia nuovissima e potentissima pompa che gonfierebbe anche le gomme delle auto ma il nastro americano avvolto attorno al plexiglass per tappare i tagli mica che ce l'ho!
Previdentemente avevo portano una gomma di ricambio, wire doppio play, ma ovviamente non nello zaino!
Taz torna all'auto: pit stop velocissimo!
Cambio gomma posteriore, messa camera d'aria davanti anti stallonatura (non c'entra niente con Stallo...), sostituzione pasticche posteriori e cambio maglia.
Nel frattempo noi facciamo una diable a dir poco fantastica.


Di nuovo in 4 rifacciamo la diable ma c'è qualcosa che non va...
La ruota posteriore di Taz non gira, i pistoncini un po' in fuori e le pasticche nuove hanno fatto un brutto scherzo.



Ci vuole una torx per spurgare un po' d'olio.
Emh questa mi manca, ma tutti questi benedetti multitools dove sono finiti!
Io non ce l'ho, Taz chissà perchè non l'ha portato, Jacopo è in costume e maglietta e va al mare figuriamoci se ce l'ha, Alberto c'ha la Santa Croce che lo protegge e non ne ha bisogno.
Ste' dove sei? Te avresti avuto tutto!
Meno male c'è un hangar-officina a pochi metri con un francese dentro e una chiave francese della misura giusta.
Finalmente la Venosc! Tornanti su tornanti, senza avere tempo di riprendere fiato tra uno e l'altro, velocità pazzesche! E poi....
Ma vi ho detto che Taz rinnovava anche le ginocchiere nuove senza parastinchi?!


Giornata faticosa, ma davvero tanto divertimento che ha fatto dimenticare tutti gli inconvenienti tecnici.
Secondo giorno, si riparte!
Prima discesa trecento metri e gomma a terra!
La stessa dello stesso!
Nessun commento!
Meno male c'è la super pompa!

E' stato un week end intenso, non ci siamo fatti mancare niente, nemmeno il bowling dopo cena.
All'apertura Les 2 Alpes ci ha fatto trovare delle piste veramente tirate a lucido, perfette, bellissime, indimenticabili, ci ha lasciato un sapore buonissimo in bocca specie dopo la bourguignon e tanta voglia di tornarci presto e tutti!




Scritto da Stallo.
e
la replica di Taz



Fantastico Stallo, mi sono sgangherato!

Oggi a leggerlo, mentre ero lì invece potrei aver imprecato senza tante remore...

Ma precisiamo qualche dettaglio prima che vengano fuori sempre i soliti discorsi che le gomme segaligne e il Freeride non vanno d'accordo etc etc...

Inconveniente n1: 100mt di pista e Vai! Tagliata la Minion 2,50 Tubeless da 1250gr! Non avevo le Nobby Nic!

Inconveniente n2: durante il Pit Stop (veramente a tempo di record) mentre gli altri erano a divertirsi penso:" guarda lì le pasticche dietro son quasi finite, visto che ci sono le cambio subito onde evitare di doverlo fare + tardi e dover far aspettare gli altri”.
La fretta però mi tradisce e rimonto le pasticche un po' troppo precise e il disco rovente della prima discesa fa gonfiare l'olio con il risultato che la ruota non gira praticamente più.
Stallo ma in questo caso sopratutto il buon Alberto mi aiutano e risolviamo come descritto.

Inconveniente n.3: Comprate le ginocchiere senza parastinchi, non per fare il ganzo ma perchè i parastinchi lunghi con questo caldo mi danno più fastidio della pettorina, detto fatto arriva il sasso bastardo che appena mi vede prende la rincorsa e STOCK una legnata sullo stinco secco e ignudo con i risultati della foto e altri moccoli…

Inconveniente n.4 (Non menzionato da Stallo): andiamo a prendere la seggiovia della Valle Blanche, la blu nel versante opposto che ci piace tanto, prima salgono Jacopo, Alberto e la mia Kona attaccata dietro, mentre io e Stallo stavamo per salire sulla seggiovia successiva sento “STENNNN” (la protezione della seggiovia che nel chiudersi sbatte contro il mio pedale) al che “Grazie, eh!” esclamo. Non faccio in tempo a finire che “FEWWWW” la Kona si stacca dagli agganci e VOLA DI SOTTO!
Attimo di incredulità e poi rassegnato da una giornata partita male e continuata peggio vado a raccogliere la bici che fortunatamente non si è fatta niente, vado rimetterla sulla seggiovia successiva e nell’assicurarmi di averla agganciata a modo non mi accorgo che la pedana di partenza è finita e anche se Stallo mi urla: “E’ finita!!” è troppo tardi, volo di sotto nei materassi anche stavolta senza conseguenze e tra gli sguardi divertiti di tutti quelli che avevano assistito alla scena…

La giornata cmq è stata sicuramente positiva, complice anche la cena sublime e spassosissima che ci siamo concessi, era tanto che non ridevo cosi!

Inconveniente n.5 (e fortunatamente ultimo) Secondo giorno appena partiti in un momento di disattenzione e in un tratto d’ombra prendo un sassone che per un pelo non mi fa cadere (rovinosamente vista la velocità) in terra e nel mentre penso: “Boia che culo, mi è andata di lusso!” sento l’ormai familiare rumore di fascione in terra nonostante la dual ply di stallo gonfiata a modo. Deh, ci risiamo! E invece li sono finite le mie disavventure.
Diciamo che le ho avute io per tutti vai!


2 commenti:

  1. Bello!!!
    Les Gets o le 2 Alpes?!

    RispondiElimina
  2. COMPLIMENTI BELLO VERAMENTE SIA IL VIDEO CHE IL RACCONTO, PIUTTOSTO HO SAPUTO CHE QUALCUNO HA PRESO PER BUONI I FARNETICAMENTI SULLE BICI FATTI PRIMA DI DORMIRE..........
    ALBERTO

    RispondiElimina

Per contattarci lasciate un commento al post, usate il modulo dei contatti, la posta elettronica, Instagram, Twitter, Tumblr o Facebook.