19 novembre 2012

Bella, stupenda...

La giornata di Diano Marina

Raccontare di sabato a Diano Marina è difficile, per entrare in sintonia con quello che sto per scrivere consiglio di iniziare con la galleria fotografica di Stallo.




I sentieri di Diano Marina si snodano in un paesaggio molto bello, vengono giù da monti che si affacciano su due distese blu divise dall'orizzonte, una è il mare, l'altra il cielo, rese ancora più meravigliose da una giornata mite, serena, soleggiata di un giorno di metà novembre che non ti aspetti.


Trasporto MTB e levataccia.



I sentieri di Diano Marina sono coinvolgenti, li ricordi senz'altro, sono tutti belli ma non tutti sono immediati. Come tutte le cose belle, intense e profonde alcuni trails di Diano hanno sfaccettature, caratteristiche e passaggi tecnici da scorpire.


Panorama dai sentieri di Diano Marina

I sentieri di Diano Marina sono buoni al primo assaggio figuriamoci se ci fosse stata la possibilità di gustarli con comodo, sono convinto che avrebbero dato emozioni più forti.


Il gruppo iosonofreeride e le inconfondibili maglie

La giornata è iniziata presto per arrivare di buon mattino a Diano dove il gruppo ha dato il benvenuto ai due nuovi di Firenze, Daniele e Lorenzo.

Furgoni e carrello confortevoli ci portano alla prima pista, Chicken/Antenna 2, pista di benvenuto e riscaldamento, dove scopriamo subito che le pendenze non sono cattive, il paesaggio è finto tanto è bello, che il salto nel blu è piccolo ma l'emozione è grande, che le gomme dual-ply sono il minimo sindacale se non vuoi forare di continuo.




Dopo il primo sentiero ecco San Rocco. San Rocco parte facile con una specie di pistino pietroso-flow. Il pietroso-flow è stata l'espressione più abusata della giornata poiché i sentieri erano solo pietrosi e di flow c'era solo il nostro modo alquanto disinvolto di percorrerli. San Rocco scorre veloce ma all'improvviso presenta dei passaggi tecnici che averli studiati un po' prima non avrebbe fatto male o almeno sarebbero stati più belli affrontandoli in velocità consapevoli delle traiettorie giuste. Purtroppo la giornata è una e breve e i tempi stringono sempre in questi casi.


Il gruppo rosso/arancio in risalto nel verde

Dei sentieri successivi, di cui non ricordo la sequenza perché quando faccio queste giornate freeride mi dedico solo all'emozioni, ricordo bene i Maiali.  Sentiero che parte con le rocce, guarda caso, e poi si snoda in un percorso dove le ruote non stanno mai a terra. Venti salti, uno dietro l'altro, da prendere trattenendo il fiato. Se siete il tipo di biker che scende senza indugi è la vostra pista infatti tutti i salti sono fattibili e dopo qualche kick, un paio di drop, step-up e step-down (in realtà non so cosa sto scrivendo) ti ritrovi magicamente per aria a chiudere dei salti non proprio facili, anzi. Ma so che si sono divertiti tutti quindi...

Pillole.

Alcune foto mostrano la marea di bikers rosso-arancio. Il gruppo è bello, numeroso lo è ancora di più.

A Diano Marina i sentieri sono fattibili, se sei un biker disinvolto o d'esperienza ti piacciono di sicuro.

Più difficile dei sentieri da discesa sono le strade in salita, strette, anguste e con i dianesi che guidano prendendosi dei rischi che io non prenderei mai, nemmeno con le protezioni addosso in auto.

Giornata bella e faticosa, 6 ore totali di viaggio e le discese mi hanno massacrato.

Dopo pranzo mi devo dare una regolata, la digestione e la stanchezza mi hanno obbligato a giocare due jolly che quasi mi rovinavano la giornata. Per fortuna ne avevo due.

Ho scazzato le riprese con la mia GoPro e le ho fatte capovolte.




Fly verso il pranzo

Stallo

Pasta al pesto.

Tutta la galleria fotografica di Stallo



8 commenti:

  1. Sono ancora tutto emozionato...grande gruppo grandissimi trail grande giornata...buono il grappino finale dopo pranzo...una sola domanda stembi??? il prossimo evento???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il prossimo evento è....LA CENA COL MAIALINO.

      Bracollo te ne eri dimenticato?

      Elimina
  2. Questa trasferta non ce la dimenticheremo facilmente! Vedere il serpentone arancione e rosso che si snoda tra i pendii tra cielo e mare era uno spettacolo... tutti super carichi e aggiaguarati... effettivamente viene voglia di ripartire immediatamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche la prima guida sottolineò la bellezza di vedere un gruppo così bello e compatto che spiccava nel bosco con le proprie sgargianti maglie

      Elimina
    2. ovviamente i complimenti ci rendono orgogliosi... presi singolarmente no, ma come gruppo siamo bellissimi!

      Elimina
  3. IERI HO PARLATO CON VALERIO -BIONDIBICI- E MI HA DETTO CHE E' MOLTO INTERESSATO ALLA NOSTRA PROPOSTA!!!!!!!!!!!!!!

    PURTROPPO NON SONO UN "COMMERCIALE" E MI SONO FERMATO ACCENNANDO LA NOSTRA PROPOSTA, CI SIAMO LASCIATI RIMANEDO D'ACCORDO DI RIAFFRONTARE IL DISCORSO CON DELLE IDEE PIU' CHIARE PROSSIMAMENTE.
    VENERDI SERA TUTTI INSIEME NE POTREMMO DISCUTERE..........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bene Flash.
      Allora ci aggiorniamo venerdì sull'argomento, direi che la cena capita proprio al momento giusto.

      Elimina
  4. ...ormai stallo è diventato un vero artista!! complimenti a tutti

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.