20 giugno 2013

Sabato 22 e Domenica 23 Giugno

Les Deux Alpes.

Ebbene si, una parte del gruppo è andata a godersi le discese francesi e a scaldare i sentieri per quelli che ci andranno la prossima settimana.


Sabato 22

Per chi questa settimana si trova in zona la destinazione sarà il Monte Morello che assicura belle discese e notevoli salite, specialmente per chi come noi alle salite è allergico, almeno ci prepariamo per il Sellaronda.


Partenza dalla PAM di San Miniato ore 5.00, godiamoci l'alba e il fresco.







19 giugno 2013

La Tecnica secondo Stembi: lo stallonamento.

Uno dei problemi che di tanto in tanto affliggono il biker è lo stallonamento.
La dinamica di questa sfortunata eventualità  la si ha nel momento in cui i talloni della gomma fuoriescono dal cerchio.

Risolvere il problema è poca cosa, basta rimettere i talloni del fascione, volgarmente detto pneumatico, dentro il cerchio e gonfiare di nuovo.
Se i talloni non vanno dentro da soli ci vengono in aiuto le leve e le madonne, in genere usate contemporaneamente.

Stallonamento

Lo stallonamento consta di tre sottotipi:

  1. Lo stallonamento pulito. Hai stallonato ma avevi la camera d'aria, che come minimo si è danneggiata. Non resta che sostituirla, rimontarla insieme al fascione e gonfiare.
  2. Lo stallonamento zozzo o appiccicoso. Come me hai mille usi per le camere d'aria tranne che per le ruote, per quelle vai di tubeless ma quando stalloni il lattice all'interno del fascione fuoriesce e ti imbratta il cerchio, ti imbratta le mani quando ti metti a smanettare per risolvere il problema, ti imbratta la camera d'aria che userai. In questo caso abbiamo anche l'esilarante scenetta in cui tornato a casa prima di far tornare la ruota in versione tubeless devi staccare la camera d'aria dall'interno del fascione che nel frattempo si sono impararentati.
  3. Stallonamento passatempo. Hai il fascione latticizzato dal 2007 e ti accorgi che il lattice che credevi eterno invece si è seccato. Prima di iniziare i lavori per sistemare la ruota ti trastulli ipnotizzato a spiccicare il lattice dall'interno del fascione, un po' come quando si schiaccia le palline d'aria del pluriball, garba a ciucco! Affascina e seduce.



Fino adesso è lapalissiano che lo stallonamento si risolve con pochi semplici gesti, ma fino adesso ho descritto il "come" dello stallonamento, quello che infastidisce è il "quando".

Quando avviene lo stallonamento? Nei momenti peggiori, ovvio.
Quando vai forte e affronti una curva a disgraziato, stalloni e cadi.
Sull'atterraggio di (s)fortuna da una salto fatto male, staloni e cadi.
Durante un tratto tecnico-scassato-roccioso, stalloni, cadi e ti fracassi dov'è più duro.

Stallonare è il minore dei tuoi problemi, quello che ti interessa, quello che percepisci, quello che temi, è il dolore conseguenza della caduta da stallonamento.




Nel gruppo iosonoFREERIDE lo Stallonamento ha a che fare con Stallo, ma solo Taz ne è influenzato.

Come si evita lo stallonamento:
  1. provate ad andare più piano
  2. provate a gonfiare per bene le gomme
  3. state a casa



18 giugno 2013

Barcollo...scatti di J.Rosa e Stembi.



 


Fly...scatti di J.Rosa e Stembi.



Roster...scatti di J.Rosa e Stembi.



Veri bikers.

Volete sembrare veri bikers? J.Rosa e Stembi sono in grado di farvi delle foto nelle quali potete anche voi vantarvi con amici e parenti di essere dei cazzuti della mountain bike.

Le nostre foto sono una combinazione casuale e fortunata di location, inquadratura e qualcos'altro che talvolta restituisce risultati fotografici così buoni da farvi sembrare dei Veri Bikers, Professionisti delle ruote Grasse, e noi dei veri fotografi.

Se abbiamo imbroccato lo scatto giusto, quello che vi fa sembrare ganzettoni in MTB, con una modica cifra vi diamo le foto che metteranno finalmente a tacere moglie e fidanzate che vi credono dei panzoni che pedalano la domenica o stupiranno i vostri amici che vi conoscono per dei buoni a nulla.

Quanto paghereste per foto così? E sono solo l'antipasto, presto le gallerie fotografiche dei fortunati che domenica erano sul Serra per il Biondi Day.

Barcollo

Roster

Fly

Biondi Bici test bike day.

Domenica scorsa era di scena la giornata in cui Valerio faceva provare le bici del suo negozio sui sentieri dei Monti Pisani.
Il suo gazebo GT, con Ibis, Rocky Mountain e altre marche era montato dove iniziano i sentieri Macine e Silvio, in quello spiazzo sterrato a breve distanza dall'imbocco del Calcifer.



Consci di aver passato uno stupendo sabato a Firenze Freeride a fare discese a tutta velocità, grati alla Dea Bendata di non averci fatto cadere con dolorose conseguenze, J.Rosa ed io abbiamo optato per una domenica mattina più tranquilla, all'insegna della fotografia.
Così siamo partiti di buon ora per andare a fare le foto allo stand del Biondi e a coloro che avrebbero testato le bikes.

La fotografia è una passione recente, i cui frutti potete vedere sul nostro vecchio sito, passione che abbiamo abbracciato fieri di aver fatto una scelta che privilegiava tranquillità, relax e sicurezza.



Come sempre ci sbagliavamo.

Dopo lo sci spericolato sulle piste dolomitiche con velocità di punta da autostrada, i rischi "calcolati" delle discese in MTB, le uscite fotografiche ci davano sicurezza e serenità.
Infatti da Caprona siamo saliti fino in cima al monte con una sfacchinata disumana sotto il sole cocente, col risultato di essere arrivati a destinazione in ritardo, stanchi, sudati e rintronati.

Ecco qualche foto.



17 giugno 2013

La novità che non ti aspetti.

Quando vado da Jacopo e Stefano mi aspetto sempre qualcosa di nuovo oltre ai già divertenti sentieri, piccole cose che non stravolgano ciò che a mio modo di vedere è già fatto bene ma anzi lo migliori.

In settimana si è saputo del rinnovo del panettone finale, abbiamo appurato che il salto adesso è migliorato molto e benché sia peggiorato io si salta bene, in lungo e in alto e con un atterraggio migliore.




Non è questa tuttavia la novità più bella, come tutte le sorprese quella che riesce meglio è la sorpresa che non ti aspetti e stavolta l'innovazione è stata grande, decisiva ed inattesa.




La salita. Adesso sarete sorpresi pure voi.
Ebbene la ruspa ha spianato tutta la salita ed i quad salgono su agili, veloci e senza scosse.
Questo permette di godersi al massimo le discese poiché non c'è niente di più bello che fare le risalite in relax e sguazzare tranquillamente nel sudore delle nostre protezioni arrivando molli e riposati all'inizio dei tracciati.




14 giugno 2013

Sabato 14 e Domenica 15

Eccoci al weekend. Ed ecco il programma:

Sabato 15 giugno

Firenze Freeride, ci scaldiamo per Les Deux Alpes

Ritrovo PAM ore 7.30




Domenica 16 giugno

Test Bike Day con Biondi Bici

Se volete provare le IBIS e le Rocky Mountain è l'occasione giusta, non vi resta che contattare VALERIO




13 giugno 2013

La Tecnica secondo Stembi: pulizia e lubrificazione totale

Si avvicinano i grandi eventi estivi, noi di iosonofreeride andiamo a Les2Alpes e Salice per qualche bella discesa e poi ci facciamo un bel Sellaronda pedalato.

Vi sarete sicuramente allenati per questi ed altri impegni ciclistici, per godervi ogni attimo sulla vostra bike. Già la vostra MTB è altrettanto pronta?

L'inverno, i periodi di pioggia e fango sono stati lunghi e la mountain bike avrà residui di terra in ogni anfratto del telaio e delle parti meccaniche, la mia vere e proprie camionate di mota.


Stembi bike

So per certo(?) che provvedete alla pulizia e manutenzione della bici dopo ogni uscita ma per non farsi trovare impreparati da guasti e guai meccanici ogni tanto dobbiamo essere drastici:
pulizia e lubrificazione "totale" della bike!

Prima di iniziare vi illustro le reali motivazioni per le quali ci si dovrebbe imbattere in un'avventura come questa, semplice, perché mentre siete in bici il guasto meccanico da incuria è sempre pronto a farvi bestemmiare come un apostata e se siete in bici con me bestemmio pure io che devo aspettarvi se non addirittura aiutarvi.

Questa super manutenzione è semplice da eseguire, vi servono:
  • tempo
  • voglia e determinazione
  • gli attrezzi
  • memoria
  • lubrificanti
  • manualità
  • bici di scorta
  • birra

Attrezzi indispensabili per la manutenzione della mountain-bike


Lavate la bike, mi pareva ovvio se non volete lavorare nel sudicio.
Smontate la bici pezzo pezzo senza criterio, pulite e lubrificate tutto, tranne le pasticche dei freni.
Già saranno passate quelle 3/4 ore se avete manualità,  ecco perché nell'elenco specificavo la necessità di tempo, voglia e determinazione. Pensate che siete solo all'inizio e alla parte più facile.

Prendete un sospiro e iniziate a rimontare, se alla seconda vite già siete nel panico mettete tutto in una scatola e portatela dal biciclettaio specificandogli:
"Ciao sono un cretino che legge suggerimenti e forum stupidi su internet, ho smontato la bici e non riesco a rimontarla".
Se siete al venerdì e il giorno successivo era in programma una bella uscita in MTB ecco che la bici di scorta vi aiuterà.

Gli attrezzi sono quelli che immagino abbiate già, cacciaviti, brugole, torx, chiavi inglesi e flessibile.
Il flessibile è utile come anti-stress, sarete sicuramente nervosi all'idea di aver seguito il mio suggerimento di smontare la bici e poi scoprire che rimontarla non era così facile, il flessibile scarica nervi tesi e stress, tagliate la bici smontata o quello che ne rimane e cogliete l'occasione per comprarne una nuova che ovviamente non necessita di manutenzione.

Adesso vado, devo rimontare la mia. Porca putt...!

Dimenticavo la birra, quella deve essere solo bevuta.


12 giugno 2013

Ibis e Rocky Mountain test bike day

Domenica 16 giugno 2013 dalle 9.00 alle 12.00 Biondi Bici organizza una mattina di test bike con le sue Ibis e Rocky Mountain. 

Sui Monti Pisani, piazzetta Verruca, gazebo con Ibis e Rocky Mountain da provare.

Per informazioni basta contattare Valerio.




Non resta che andare e "provare"








10 giugno 2013

Sabato 15 FFR

Questo fine settimana precede la trasferta a Les2Alpes, è bene non lasciarsi sfuggire l'occasione di sgranchirsi un poco per le discese francesi e provare il nuovo panettonedi Firenze Freeride.


Chi si vuole unire si segnali subito poiché i posti per andare a divertirsi finiscono sempre in fretta.


7 giugno 2013

Sabato 8 e Domenica 9 Giugno

Arriva il fine settimana e noi ci prepariamo ad organizzare l'uscita di sabato ed una eventuale di domenica.



Se non avete altre proposte andrei in Roveta, una volta lì vediamo quali percorsi fare, Sughera, Suleva, Poggiona, Buca del Lupo...anche tutte!
Fibra ha detto di aver visto un filmato della Poggiona risistemata, spero sia quello che ho postato.





Ritrovo alla PAM di San Miniato ore 9.30. Va bene l'ora?

E soprattutto, ma chi viene in MTB? 

Poi pranzo da Giotto.






Mercoledì: N O T T U R N A 03

Bella seratina ieri sera! Abbiamo provato finalmente il pistino sul San Vito fatto dalla crew di Finanza. Non lunghissimo ma molto divertente. Ci sono parti da ultimare ma mi sembra già invitante . Serata dal clima piacevole con unico neo la " mota argillosa " di una parte della salita. La discesa invece aveva retto il colpo e e ci ha fatto divertire. Il bosco di notte è davvero affascinante! Non abbiamo provato tutti i salti perché umidità e tavole di legno..........non sempre vanno d'accordo.

ps.
Fibra ha scoperto su mtb forum un nuovo video sulla Poggiona. Sembra proprio che abbiano fatto nuovi salti. Bisognerà che torniamo presto in zona San Michele

5 giugno 2013

Tre anni.

Appena tornati dal uno dei giri più belli, Dalle Alpi al Mare, il 5 giugno 2010 nacque iosonofreeride.it, diciamo il blog poiché il dominio venne dopo.

Insomma ne è passato di tempo, di giri in MTB, di eventi, di mota, di discese e di divertimento.

Il video sotto lo avete già visto, in effetti era meglio se lo conservavo per questa ricorrenza.

Se il post vi fa nostalgia andate alla pagina delle Foto o a quella dei Video e guardatevi tutto ciò che abbiamo fatto, vi ci vorrà un paio di giorni ma alcune foto e soprattutto qualche video meritano di essere rivisti.
Per quanto mi riguarda sono più smanioso per ciò che ancora possiamo fare, appunto, sabato?



iosonofreeride in 3:32 from Stembi on Vimeo.



3 giugno 2013

Calcifer


Negli ultimi tempi siamo impreparati e il sabato è più all'insegna dell'improvvisazione che della programmazione.


Così all'ultimo minuto abbiamo deciso di andare a fare il Monte Serra e far provare il Calcifer ai pochi che ancora non lo avevano testato.


Giornata metereologicamente eccezionale, eccezionale non è usato a caso visto che la regola sembra il maltempo.