30 luglio 2013

come ai vecchi tempi

Un giro come ai vecchi tempi uno di quei giri che ci riportano a quando la nostra idea di mtb èra li
pronta a essere vissuta fino in fondo,
Come non facevamo da tanto tempo....

1:barcollo
2:flash
3:il tromba
4:fibra
5:calò

19 luglio 2013

Sabato 20 Luglio

Dopo aver saltato qualche fine settimana, dopo svariate discese nei bikepark, è giunto il momento di tornare a pedalare.



Domani 8.30 alla PAM di San Miniato che andiamo a provare lo Zibib abbinandoci Poggiona e Sughera.



17 luglio 2013

Foto e video di Tignes e Val d'Isere

Il tempaccio trovato a Les Deux Alpes  ci aveva lasciato con la voglia di fare le discese che la splendida Sauze d'Oulx non era riuscita a saziare.

Quindi abbiamo improvvisato un fine settimana in Francia, destinazione Tignes e Val d'Isere.

Queste due località non credo siano famose per il gravity, ignoranza nostra pensavo ma a giudicare da quanti biker abbiamo visto sulle piste direi che o non sono conosciute p più semplicemente si opta per altre mete.

Taz all'inizio della rossa di Val d'Isere


Tignes è una piccola cittadina a dire il vero nemmeno troppo bella, i casermoni dei residence e degli hotel non la rendono certo una meraviglia architettonica, per fortuna il laghetto e il paesaggio montano sopperiscono agli orrori di una turismo che in passato puntava sui numeri e non sulla bellezza.

Val d'Isere è esattamente l'opposto, quasi ogni edificio è in pietra e in legno e la cittadina è adorabile.


Vi ho postato di nuovo il video, non il massimo in quanto a riprese anche se il montaggio e le musiche di Taz le valorizza, ma rende l'idea delle piste.

A Tignes sono piuttosto strettine, dei budelli di curve una dietro all'altra, alcune con molti salti giusto per non rilassarsi mai, e spesso si affacciano su burroni dove vi ritroveranno con comodo nella prossima era geologica.

In Val d'Isere abbiamo fatto una rossa, vietata a chi soffre di vertigini, poche curve, molti dirizzoni sterrati a tagliare la montagna e qualche passaggio tecnico.

L'altra pista percorsa è la Val Blue. Si abbiamo fatto solo due piste, perché il giorno prima ci siamo sfiancati a Tignes e perché la Val Blue è 8 km.
Otto chilometri interminabili, un godimento molto lungo di curve e salti, su un paesaggio prima montano di terra, pietra e neve, poi grossi prati e infine bosco. Ogni tipo di terreno, ogni tipo di curva si trovano su questa pista e se le curve non vi riescono ebbene basta fare un paio di Val Blue e ne hai quante ne vuoi per esercitarti.

In entrambe le località il fondo delle piste è di quanto più curato si possa trovare ma credo dipenda dalla scarsità dei praticanti.

Insomma, se Les Deux Alpes e le zone dell'Alpi Bike Resort non ci impegneranno troppo, allora torneremo anche Tignes e Val d'Isere. Bisognerebbe trovare qualcuno che ci mantenga per andare in bici!

Rossa di Val d'Isere

L'inizio della Val Blue

Quelli che col casco son più belli.

In montagna si fa senza borraccia


Taz e l'amante Tedesca






11 luglio 2013

Les2Alpes, Sauze d'Oulx e un dilemma.

Nessun post, niente foto, niente video, e pensare che il 29 e 30 Giugno siamo stati a Les Deux Alpes e a Sauze d'Oulx.
Nel primo bikepark abbiamo pensato a non morire di freddo, la pioggia e le temperature invernali che abbiamo trovato ci hanno messo alla prova, molto più della rinnovata Venosc, della Diable e dei nuovi sentieri che abbiamo trovato.
Così abbiamo lasciato perdere i video anche perchè fare le riprese delle nuvole basse sui monti ha ben poco di affascinante. Se penso che in qualche modo ci siamo divertiti, si fa l'abitudine anche alle condizioni peggiori, non oso immaginare con il tempo sereno come sarebbe stato. E' rimasta la voglia e non escludo che a breve torneremo, ma solo se troviamo il sole!

Pausa pranzo a Salice.

A Sauze d'Oulx, ossia il giorno dopo il bikepark francese era estate, come avrebbe dovuto essere e ci siamo dedicati totalmente alle discese fino allo sfinimento. Lo sfinimento dei freni di Fly e dell'ammortizzatore di Taz! Quando si dice che ci vuole bici robuste altro che leggere e colorate.

Orsi a Salice








E si arriva a questo fine settimana. Sul calendario era segnato Sellaronda 2013 e avevamo preparato anche la traccia con tanto di varianti. Purtroppo nostra scarsa preparazione atletica, l'allergia alle salite e la voglia di rivalsa per quella giornataccia a Les Deux Alpes ci hanno fatto venire strane idee: Sellaronda o proviamo un nuovo bikepark?


Timbriamo anche quest'anno il cartellino pedalando sulle Dolomiti per il nostro appuntamento, per il giro che dal 2009 è il nostro evento annuale?





Oppure opteremo per provare un nuovo bikepark, Tignes e Val d'Isère?


Report Tignes MTB from OBSESS on Vimeo.