26 ottobre 2013

L'alba di un nuovo inizio...


L'alba di un nuovo inizio...inizio dove avevo lasciato, per terra.

6 commenti:

  1. Dal sorriso sembrerebbe senza conseguenze. Bentornato in bici e bentornato alla scrittura dei post. Ieri in 3 ci siamo avventurati sul morello alla ricerca del famoso "Asino che vola"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Era un tuffo in piscina (pozzanghera)

      Elimina
  2. L'Asino vola perchè i punti dove staccare le 2 ruote da terra sono molti. E' un tracciato non particolarmente arduo (da asini) ma col bagnato le varie paraboliche si riempiono di "mota" e così l'asino cade. Il track è veramente bello, tutto spondato alla perfezione. Consigliato con fondo asciutto per sfruttare a pieno le varie paraboliche. Ieri si è unito a noi anche un biker locale molto intraprendente e "audace" che non lo conosceva.

    RispondiElimina
  3. Venerdì, sabato e domenica è festa vediamo di fare un bel giro e cercate di partecipare.

    Il giro non può avere discese scassate poiché non credo di avere abbastanza forza per sostenerle con la spalla ancora non in perfette condizioni mentre le salite quante ne volete!!!

    RispondiElimina
  4. ieri eravamo in tre......io il tromba e roster
    avevamo parlato di fare un "girone" tipo:
    -cannicciaie
    -folgorito-dh rosa
    -punta ala-cala violina

    mi sorge un dubbio........ma quale potrebbe essere un giro dei "nostri" senza discese scassate???

    RispondiElimina
  5. Io avevo fatto una traccia sulla macchia della Magona, mai provata. Alternativamente ci sono il giro di Montaione e quello di .....mi sembra Monteriggioni con fermata al bar dell'Orso x il pranzo.

    RispondiElimina

Per contattarci lasciate un commento al post, usate il modulo dei contatti, la posta elettronica, Instagram, Twitter, Tumblr o Facebook.