18 gennaio 2014

Manutenzione ammortizzatore.

Non fatelo a casa. Solo per tecnici esperti.


Ci sono giorni in cui non vai in mountain bike e quindi cosa fai? Manutenzione. La cura della bici è indispensabile per godere a pieno di questo sport e attirare su di sé l'odio della propria ragazza.

L'ultima volta ci siamo dedicati alle sospensioni e le forche ne hanno giovato.
Oggi era il turno degli ammortizzatori.


Gli utensili adatti per questo lavoro vanno dalle brugole, ai cacciaviti, dal martello alla morsa, passando per chiavi dinamometriche e artificiosi arnesi fai-da-te, ciò che è veramente indispensabile è l'amico smanettone con freeriditudine meccanica 5, ovviamente tutti avete letto il post, vero?


Vi risparmio una tediosa e dettagliata descrizione delle procedure per cambiare l'olio all'ammo.


Vi risparmio tutto il filmatino del Tutorial di J.Rosa (esempio) e vi svelo subito il vero segreto per una manutenzione a regola d'arte e un ammortizzatore come nuovo:


Portate l'ammortizzatore da Biondi Bici e poi andate a farvi una degustazione di vini e prosciutto.



4 commenti:

  1. stamani mattina abbiamo incontrato il cugino di Samuele che da solo si accingeva a provare per la prima volta la discessa di MORIOLO!! che dire.............SPIRITO DI ALTRI TEMPI PASSATI!!!

    p.s. la discesa era un rescello pieno di fango e di mota quindi deduco che non si sia divertito!!

    RispondiElimina
  2. Ultimamente vi siete dati più alla tavola che alla MTB :) :)

    RispondiElimina
  3. DavidStembi22/01/14, 08:20

    Diciamo che dalla tavola non ci siamo mai veramente separati, lo dimostra il colesterolo. Anzi, bei tempi in cui al giro in mountain bike era sempre abbinato il ristoro

    RispondiElimina
  4. Domani mattina direzione monteSerra. Ritrovo ore 7:30 coop Castelfranco di sotto

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.