24 febbraio 2014

Ordine maglie iosonoFREERIDE

Come annunciato in altri post stiamo per fare le maglie nuove iosonoFREERIDE.

Quindi oggi siamo passati dalla Vifra per provare le taglie.

Le maglie sono da enduro come le immagini qua sotto.

Maniche corte con zip

Maniche lunghe senza zip.

20 febbraio 2014

La Tecnica secondo Stembi: i cerchi.

Avete appena finito di lavare ed asciugare la vostra amata, pregiata, colorata mountainbike.




Arriva il momento più bello, lubrificarla, già la parola suggerisce scioglievolezza, un idea di moto perpetuo e perfezione.
L'unto si sa è buono anche nel piatto per fare la scarpetta e sulla bike è altrettanto apprezzabile.

19 febbraio 2014

Finale Ligure, ecco la data.

Lanciata l'idea di Finale Ligure ed abbiamo fissato subito il furgone per le risalite.


Segnata la data e date le adesioni.

Sabato 15 Marzo 2015

La spesa sarà di 45 euro.

Nei commenti potete lasciare la vostra adesione che sarà solo confermata quando darete i soldi in mano a Taz che organizza la trasferta. I soldi in anticipo servono ad evitare che qualcuno ci abbandoni all'ultimo minuto e lasci i restanti a pagare la sua assenza!

PS. Per ora fissato furgone per 8 posti. Se siamo di più vediamo per il secondo.

18 febbraio 2014

Mettiamo che...

 Mettiamo che un gruppo di mountainbikers stranieri vi scrive attraverso il vostro sito e vi chiede:

"Ad Aprile veniamo nella vostra bellissima Toscana, seguiamo il vostro sito, portiamo le nostre MTB e vorremo chiedervi quali sono i migliori 3 sentieri da fare".


Bella domanda vero? Cosa rispondereste voi?

PS. L'email l'abbiamo ricevuta sul serio.

17 febbraio 2014

Finale Ligure.

Da qualche giorno le Gravity Italian Ladies seguono la nostra pagina su facebook.

Finalmente qualcuno che ci segue e che non è uomo-biker-testosterone-peloso-sudato-puzzolente, non c'è niente di male lo sono anche io.
Comunque notavo che queste ragazze sono di Finale Ligure e...diamine sono due anni che non andiamo a Finale, si organizza una trasferta in Liguria?



15 febbraio 2014

9 febbraio 2014

Monte Morello

Bella giornata.

Sembra di aver iniziato a scrivere il post con una bestemmia considerando il meteo delle ultime settimane, ma come dimostrano le foto ieri c'era il sole.


Piccola parentesi. Come si riconosce il "vero freerider canadese della Bitrish Columbia"? Vi ho fatto vedere in passato molti filmati e i più attenti avranno notato che questo genere di bikers hanno caratteristiche in comune: una mountain bike, la camicia di flanella a quadri, la barba ed un innato senso di spericolatezza in discesa. A Francesco, recente acquisto del gruppo (foto sopra), manca la camicia a quadri.



Il giro inizia con tutti biker belli carichi, qualcuno era così carico che si è dovuto mettere a maniche corte.



Poi però la salita si fa lunga, faticosa, tediosa, noisa, uggiosa, molesta, stancante, triste, estenuante, avvilente, opprimente, demoralizzante, come la sfilata di aggettivi che ho appena fatto.

Per fortuna arrivano le discese e il Monte Morello non manca di discese belle come Pianettole, un misto terra/pietra, la terra umida e appiccicosa che ti impasta le ruote e pietra su cui scivolare con le ruote impastate.

Poi c'è Rocce, che con il bagnato è proprio il massimo per gli amanti dell'assenza di aderenza, per chi aveva le ruote lisce al posteriore ha potuto allenarsi sulla tecnica del traverso.

Cappelle invece me lo aspettavo motoso, lo era ma, a livelli accettabili.
Quello che non ho sopportato è la trovata di Finanza che ha dimostrato che cos'è il genio del biker:
un pantalone impermeabile tagliato a short da MTB che in caso di bagnato evita quella fastidiosa sensazione di culo bagnato dall'acqua e dal fango tirati su dalla ruota posteriore. Da imitare quanto prima.


Il sentiero più asciutto trovato ieri.


Ed infine il vero motivo che ci porta in bici il fine settimana: la pausa pranzo tutti insieme, che dopo il Morello vuol dire fermarsi a tavola al Ristorante Il Quartino.







7 febbraio 2014

Questo fine settimana

Il post sul programma del fine settimana è necessario:

  1. da la carica e instilla voglia di riding
  2. permette di organizzarci meglio
  3. talvolta chi ci segue si unisce
  4. fa del sito uno strumento utile
  5. mi da uno scopo per 10 minuti




SABATO

Dopo molto acqua e Monte Serra e torno sul Monte Morello.
L'acqua, quella rimane una costante, tra poco il must dell'abbigliamento freeride sarà un muta stagna da sub, quelle che usava James Bond per andare alle feste infricchettato, a tutti sarà sempre sembrato ganzo, io non ho mai capito perchè andava in barca per giungere in muta invecedi usare la macchina come gli altri invitati. Però ha sempre avuto le fie, sarà per quello.

Sto divagando...

Ritrovo domani ore 8.30 alla Pam di San Miniato, che è qui.

Oppure ore 9.15 nella Piazza tra Via Napoli e Via dell'Olmo di Sesto Fiorentino





DOMENICA

Ritrovo ore 7.30 Coop di Castelfranco di Sotto destinazione Monte Serra, il giro non è ancora deciso ma tutte le nostre tracce sono qua.




3 febbraio 2014

Monte Serra, Balloccioro e Ciocco.

Scampato a frane, alluvioni e tragedie climatiche il problema più grosso di questo fine settimana era se andare in MTB o no.
Il meteo non metteva bene, il terreno nemmeno ma la voglia ha prevalso e quindi all'ultimo minuto mi sono lasciato andare alla MTB e  al Monte Serra.



La notte tra sabato e domenica non mi ha portato consiglio, ma deh(!) non posso stare troppo lontano dalla moutain bike e mi sono unito alla frangia domenicale del gruppo. 
Fly e Barcollo li vedo di frequente ma ho anche ritrovato bikers per me sono un ricordo del Sellaronda 2012: Tromba, Calogero, Flash e Roster, quest'ultimo è quello che commenta i post alle 4 di mattina invece di dormire.


In barba ai guru del meteo e ai forieri di disgrazie climatiche, niente pioggia, anche se d'umido in giro c'era eccome. 
L'uscita prevedeva la partenza da Colle di Compito e le discese Balloccioro e altre, magari nei commenti qualcuno sarà più preciso, si avete letto bene, non so cosa ho fatto, l'ho fatto e basta, però vi metto la traccia di Fly alla fine del post.


La vera novità di ieri non era il Monte Serra, nè le discese per me inedite, la prima un ripido flow, la seconda prima da km lanciato e poi da fuori sella. Dicevo la novità è stato il ritorno al Ciocco, la mia bevanda sportiva preferita a base di cacao e alcol, l'integratore ideale del biker.  Per saperne di più....