12 maggio 2014

Belli carichi a Piombino.

Ad essere onesti carica era la macchina, 5 bikers e 5 mtb messe un po' sopra un po' dietro.


All'inizio del viaggio si è sempre pieni di aspettative per un giro che si spera sia bello e che diverta, stavolta la sensazione dominante era la preoccupazione: speriamo di non seminare le MTB per strada!


Ma poi siamo arrivati a destinazione, dove abbiamo trovato Questionario e siamo partiti poichè le bici erano ancora attaccate alla macchina.

Giornata di sole e giro sul mare sono l'accoppiata vincente.


Con le prime vere giornate di sole scopri anche gli effetti negativi della bella stagione: caldo, sudore e zanzare.



Le salite, quelle bastarde, loro ci sono sempre.


Giornata perfetta, percorso perfetto, discese sublimi che poteva mancare?


La foratura. Colpa mia che negli ultimi tempi ho abbandonato i post pieni di vitali consigli e paterne raccomandazioni de La Tecnica secondo Stembi e così mi si sono rilassati i compagni di discese e pedalate e si sono lasciati ingannare dalle false promesse della leggerezza e dalle mirabolanti lusinghe della scorrevolezza.




Lo sapevamo che era vicino il giorno in cui qualcuno ci sarebbe cascato che qualcuno avrebbe montato le gomme "leggere", le ruote grasse devono essere grasse. Insomma J.Rosa ha forato una gommina supersegaligna e Stallo c'è rimasto male (vedi foto), la foga del giro bloccata dall'inconveniente o i suoi amici che gli masturbavano la pompa per gonfiare la camera d'aria in tempi rapidi? La risposta è ignota ma la faccia è triste.

Foratura sistemata. Giro ripreso. Ma mentre siete davanti al PC rileggetevi il primo post: La Tecnica secondo Stembi: le forature.

Infatti poco dopo ci siamo rifermati con la ruota a terra. Così mentre qualcuno si sorprendeva di tanta sfortuna altri mangiavano.








Qual'è la vera goduria del gruppo iosonoFREERIDE? 
La salita? Ci mancherebbe.
La discesa? Forse
No è il pranzo.



Tutte le foto di sabato a Piombino




Già, le discese? Aspettate il video.

0 commenti:

Posta un commento

Per contattarci lasciate un commento al post, usate il modulo dei contatti, la posta elettronica, Instagram, Twitter, Tumblr o Facebook.