6 luglio 2015

Cutigliano, Doganaccia, Lago Scaffaiolo e Punta Sofia.


Giro bello, bellissimo e faticoso, giornata bellissima e calda, tanto tanto divertimento, ma per quest'ultimo vale di più la compagnia che del giro in MTB.


Ovviamente allegri, fino alla Doganaccia  in funivia. 


Un percorso che includeva di tutto: 

- un bel dislivello in salita da bersi d'un fiato, in funivia, adatto ai vagabondi che odiano pedalare
- il tratto Doganaccia Lago Scaffaiolo, una pedalata con panorami mozzafiato
- il percorso tra il Lago Scaffaiolo e la Croce di Punta Sofia, anche in questo caso i luoghi e la vista sono stati stupendi, il percorso è da trekking e si da la precedenza ai pedoni che ti guardano meravigliati, in salita perché si pedalano tratti tanto irti che hanno dell'incredibile, altri in cui porti la bici a spalla, in discesa perché ci siamo improvvisati trialisti con aspirazioni suicide
- il pranzo al rifuglio del Lago per chi vuol godere la MTB in tutti i suoi aspetti
- e poi la discesa dal lago Scaffaiolo fino a Cutigliano con la pista da DH in finale, giusto perchè dopo l'estasi dei luoghi e sazietà al rifugio la sensazione mancante era quella di adrenalina.



I miei amici belli tranquilli in salita.



Panorami, salite, discese, enogastronomia, risate e cadute innocue. Ci siamo goduti tutto, anche il caldo, si perché faceva un caldo assissino anche in montagna, alla faccia dei nostri programmi, eravamo andati in quota nella speranza di trovare un clima almeno un pochino più fresco.




Niente traccia GPS, il giro è nel titolo e poi la traccia farebbe incazzare, me. 
Una di quelle tracce che poi mi scrivono "la salita era faticosa, a tratti a spinta, a tratti con bici in spalla, la discesa prima trialistica con tanti sassi e dirupi, poi da DH"  e il cretino di turno finisce la sequenza di lagne con "sei un delinquente a mettere queste tracce sono solo un principiante".





Barcollo con la Fat Bike per il giro, l'ho provata, in salita è goduriosa, in discesa forse faceva patire, non credo fosse il suo percorso





Quando meno te lo aspetti arriva un poco di "stile"





Le Fat possono piacere oppure no, ma questa è bella, mi riferisco soprattutto al colore





Facce allegre, ancora non sa la fatica che lo aspetta


Sarà fresca l'acqua del Lago?


Fly dice di si, Lake Bike





Posti bellissimi, sentieri faticosi


Per un bello scatto val la pena di rischiare la vita.





Il punto più alto del giro, il punto più bello a tavola al rifugio.



0 commenti:

Posta un commento

Per contattarci lasciate un commento al post, usate il modulo dei contatti, la posta elettronica, Instagram, Twitter, Tumblr o Facebook.