8 ottobre 2015

La Tecnica secondo Stembi: la manutenzione estrema.

Dopo un estate di bikepark e grandi giri dolomitici, sabato scorso siamo stati sul Morello.






Purtroppo il nostro divertimento ha delle conseguenze per le mountain bikes, così escono fuori cigolii e rumori strani.

Non so voi ma a me questi rumori danno un fastidio atroce, così quando la mia bici ha iniziato a fare quel leggerissimo TOC...TOC...TOC mi sono sono incupito.

Ho passato tutto il sabato mattina sul Morello a domandarmi da dove potesse venire:
trasmissione, sospensioni, serie sterzo, reggisella telescopico.
Niente da fare, tutte ipotesi, tante idee ma nessuna soluzione.

Tranne una. Una soluzione c'è sempre.

La soluzione definitiva è prendere tutti gli attrezzi a disposizione, tirare un sospiro a dire "speriamo bene", un po' di birra o vino per sciogliersi e smontare tutta la bici pezzo pezzo.




Se lo smontaggio va bene e non si rompe niente, allora si procede alla pulizia di ogni singolo pezzo, all'ingrassaggio di quelli che lo richiedono e poi, se si ha buona memoria e non si è bevuto troppo magari si riusce anche a rimontarla.




Una buona manutenzione sono ore ed ore passate insieme alla MTB e con la paura di aver rotto qualcosa nel tentativo di aggiustare una bici che praticamente non aveva niente.




State attenti però a non osare troppo, il rischio è di dover portare dal biciclettaio la vostra amata MTB a pezzi dentro un sacco nero ,e spiegargli come mai vi è venuta l'idea di fare un disastrato colossale.



Però a volte va bene e si riesce a rimontarla, sperando che quel rumoraccio se ne sia andato.





2 commenti:

  1. Immagini shock, non per persone sensibili :-P

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti ho dovuto bere parecchio vino per allontanare da me paure ed ansie.

      Elimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.