18 ottobre 2015

Rincine.

Questo sabato abbiamo fatto poche foto eravamo troppo impegnati a divertirci sui sentieri di Rincine e nessun video, fate meglio a guardare quelli della Rampage.






Per apprezzare a pieno i trails di Rincine è d'obbligo la risalita con la "gommavia" (il furgone) e considerato che i posti erano esauriti temo che non siamo gli unici a pensarla così, e sono felice che facciano il pieno se lo meritano, se il posto è bello, le discese sono bellissime.






Naturalmente per godere al massimo della giornata MTB non possono mancare:
  • il pranzo a sfondamento con strappo delle pareti dello stomaco
  • l'alcol, che mi dicono fa molto bene al biker
  • la maglia tecnica MTB iosonofreeride con la sua inimitabile fragranza di "cane bagnato" di fine giornata
  • il sentiero motoso, le rocce acuminate e la radice bagnata
  • la caduta di rito, che purtroppo stavolta nessuno ha voluto fare
  • il mazzo di jolly giocati con disinvoltura sia nelle parti tecniche che in quelle più veloci
  • la magagna tecnica
  • le microregolazioni della distanza della leva del freno, del cambio, del serraggio della serie sterzo, della compressione basse velocità della forcella, del ritorno dell'ammortizzatore, dell'inclinazione della sella e della pressione delle gomme.
  • l'attraversamento del cervo proprio davanti al furgone
  • lo smarrimento della borraccia 




0 commenti:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.