25 dicembre 2010

Yes we must, Yes we can!




Divise e Nomi
Non è possibile lasciare i due nomi, o meglio è possibile tecnicamente ma non sarebbe intimamente corretto. Mi spiego meglio: l'ultima uscita ha sancito per tutti credo quella comunione di intenti che contraddistingue la nostra passione. Passione che che abbraccia ormai il giro pedalato, il freeride e lo spazzola portate a tavola. Il che ci predispone ad un unica etichetta-icona comune. Lasciando i due nomi anche su eventuali colori comuni (per altro già decisi) continueremo a pensare divisi, a noi e a voi, a Megs e Hbb. Sarebbe naturale;un gruppo unito esteriormente ma con una profonda spaccatura al suo interno. Daltrocanto se per i colori l'accordo c'è già nessuno intende rinunciare al proprio nome. Io posso essere di fatto un enogastrosportivo ma mi fa caa (scusate il francesismo) essere chiamato con un nome commerciale che non faccia pensare minimamente ad imprese epiche come quella che abbiamo appena compiuta. Voi,(vedete come è naturale anche parlando normalmente etichettarvi "voi") non vi sentirete mai (credo) Hell boys. E' dura per tutti, chi per anzianità chi perchè ha uno zoccolo duro di componenti che dura fin dalle prime pedalate. Ma dobbiamo!, abbiamo il dovere! Di partorire un nuovo nome comune! Yes we must, Yes we can!