20 giugno 2011

INFORTUNI IN MTB

L'infortunio e' sicuramente l'argomento più tabù di tutti gli sportivi specie di quelli che praticano sport un po' più a rischio tipo appunto il nostro tanto amato freeride. :-SS

Certi vi diranno che sono cose che capitano, il rischio del gioco, cose che vanno messe in conto.. altri perfino che prima o poi capita a tutti ed è solo questione di tempo! In quest'ultimo caso toccatevi perchè portano male!!

Io che sono reduce da un piccolo infortunio posso però solo confermare che in effetti un fondo di verità c'è e ci sta tutto. Perciò se non volete rinunciare a divertirti, se non volete entrare in simbiosi con il divano ma soprattutto volete continuare a sentire l'adrenalina che vi scorre nelle vene ma non volete rischiare di farvi troppo male indossate sempre robuste protezioni almeno dove potete.

La lista delle protezioni non è poi così lunga:

Si parte indiscutibilmente dal casco del quale non è necessario dire niente perchè già ampiamente trattato da Ste'.

Poi vengono le gomitiere e le ginocchiere.

Ce ne sono di 2 tipi quelle light di solo imbottitura da utilizzare contro pruni e brezze invernali e quelle con guscio rigido tipo robocop in assoluto le uniche capaci di garantire un'adeguata protezione in caso di cadute.

Dimenticavo: le ginocchiere devo essere complete di parastinchi!

Poi c'è la pettorina che protegge schiena, gomiti, spalle, petto e costole... con quella si che ti senti davvero robocop ma dipende chi la indossa può anche diventare un indumento sexy.

Anche qui si trovano le versioni light, in questo caso però abbastanza protettive, ma se la dovete comprare non pensateci neppure 1 secondo e andate per robocop e la potrete anche sfruttare per giochi erotici! Sconsigliati però con donne e ragazze pelose.

Per completare e se volete proprio non avere rimorsi ci sono anche le protezioni per polsi e per il malleolo.

Le marche specializzate e più conosciute sono Ufo Plast, Dainese, Axo, O'neal.

Per chi pratica Downhill o daunil non dimenticate la protezione al collo che in realtà fra tutte le protezioni è la più cara ma sulla sicurezza non conviene risparmiare!

Io mi sono rotto un dito della mano e per le mani, purtroppo, più che mettersi i guanti non si può fare. Il dito steccato per 4 settimane è una bella menata.

Ma ci sono anche infortuni ben più gravi e l'infortunio alla spalla è sicuramente uno dei più diffusi.

Via la lista degli infortuni non importa farla e nemmeno infilarsi troppe paure in testa perchè le paure in testa fanno cadere in terra è solo per dire che le protezioni sono i soldi spesi meglio.

Perciò INCOSCIENZA SI' MA CALCOLATA!