26 marzo 2013

Calvana Freeride Report


Qui l'allegra combriccola credeva che ormai la salita fosse finita........





Apprendiamo dal cartello che stiamo x entrare in un parco protetto con animali allo stato brado.

Vista l'assenza del mio puscher preferito mi ero organizzato e ho elargito personalmente alcuni abbracci del MulinoBianco ai più sprovveduti.




Per arrivare alla cresta dorsale purtroppo abbiamo dovuto spingere le bici

Il paesaggio qui è davvero notevole!!




I track prosegue galleggiando su e giù tra prati, strapiombi e animali liberi



Visti i tanti pascoli a tratti abbiamo dovuto scicanare tra quelli che erano i resti del loro pasto



Qui attraversiamo un gruppo di cavalli per niente intimoriti.
La discesa vera e propria inizia in stile puro freeride alla ricerca delle macchiette rosse del sentiero Cai.
Molto su roccia a gradoni.
Un trasferimento su strada bianca ci porta ad un sentiero attorcigliato, con una serie infinita di tornanti e controtornanti. Mi esalto di brutto e mi gioco qualche jolly.

Ma che goduria!

Arrivati giù apprendo che non tutti hanno apprezzato/goduto di tanta magnifiscenza.
In effetti se qualcuno si aspettava un giro flow la delusione è tanta.
I salti c'erano ma bisognava trovarseli.


Che bella avventura!