16 aprile 2013

MTB a Calafuria.



Sabato è stata una splendida giornata di sole e di mountain biking come da molto non capitavano. 
Il nutrito gruppo con l'aggiunta di Gabriele e Paolo si spostato a Calafuria per provare qualche nuovo, per i più, sentiero in zona. 





La discesa più probante del percorso è stata la Tsunami, un ripidone, veramente a strapiombo, che una volta  imboccato puoi fermarti solo alla fine del sentiero o avvolto ad una pianta/albero. 

Ma non mi dilungo a parlare di MTB, avete tutta la gallery fotografica a fine post dove vedrete bikers che aggiustano catene e riparano gomme, bellissimi paesaggi sul mare e gentaccia che si barda come Robocop per fare due discesine. Tanto si sa che il livido viene dove la protezione non arriva.
A proposito, chi cazzo ce l'ha messa quella lungherina di ferro piantata in terra in mezzo ad un cespuglio?

Il vero evento quando si va a Livorno non è il giro sulle nostre bike ma il pranzo. Se andate all'Ancora prendete la Calamarata e la Carbonara di mare. 

Adesso inventiamoci un altro gito in zona che ho un altro posticino dove portarvi a mangiare.